Avviso Pubblico

IL  RESPONSABILE DELLA  TASSA TIFIUTI SOLIDI URBANI

Visto il D.Lgs. 15 Novembre 1993, n.507 e successive modificazioni;

Visto l’articolo 12 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n.473;

Preso atto del vigente regolamento della tassa smaltimento rifiuti Solidi urbani;

RENDE NOTO

Che ai sensi delle norme sopra citate, i soggetti che nel corso dell’anno 2010 hanno occupato o detenuto locali o aree scoperte, siti nel territorio del Comune, sono tenuti a presentare denuncia originaria o di variazione, entro il 31 Marzo 2011.

Sono obbligati a presentare la denuncia di cui sopra tutti coloro che, nel corso dell’anno 2010 hanno iniziato l’occupazione o la detenzione di nuovi locali, a qualsiasi uso adibiti o di aree scoperte tassabili, in base a quanto disposto dall’art.70 del D. Lgs. N.507/93, ovvero hanno variato la posizione ai fini dell’assolvimento della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani interni ( variazioni relative ai locali e alle aree, alla loro superficie o destinazione che influisca sull’ammontare del tributo dovuto).

La denuncia di variazione originaria o di variazione: 

- deve essere compilata utilizzando il modello predisposto dal Servizio Tributi e messo a disposizione dei contribuenti presso il suddetto Servizio  ovvero reperibile su sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.palmi.rc.it 

- deve essere presentata direttamente al Comune di Palmi- Servizio Tributi- oppure inoltrata al predetto Ufficio a mezzo raccomandata A/R.

- ha effetto anche per gli anni successivi qualora i dati in precedenza dichiarati siano rimasti invariati.

Ulteriori informazioni potranno essere richiesti presso lo sportello TARSU del Servizio Tributi, sito al piano terra del palazzo municipale, dal lunedì al venerdì durante l’orario di servizio.

AVVERTE

Che in caso di inosservanza saranno applicate le sanzioni previste dall’art. 76 del D. Lgs.507/93 (così come sostituito dall’articolo 12 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n.473;

1. Per l’omessa presentazione della denuncia, anche di variazione, si applica la sanzione amministrativa del 100 al 200% della tassa o della maggiore tassa dovuta, con un minimo di €.51,00.  

2. Se la denuncia è infedele si applica la sanzione dal 50 al 100% della maggiore tassa dovuta. Se l’omissione o l’errore attengono a elementi non incidenti sull’ammontare della tassa, si applica la sanzione amministrativa da €51,00 a €258,00. 

3. Le sanzioni indicate nei commi 1 e 2, primo periodo, sono ridotte ad un terzo se, entro il termine per ricorrere alla commissione tributaria, interviene adesione del contribuente all’avviso di accertamento.

Palmi, 14.02.2011

 

IL  RESPONSABILE

(Rag. Carmelo Arena)

 

 

Download - Denuncia Tassa Smaltimento Rifiuti

Download - Domanda di Cessazione TRSU

Download - Domanda di Riduzione TRSU Abitazione ad uso discontinuo

Download - Domanda di Riduzione TRSU Abitazione ad uso per unico occupante

 

torna all'inizio del contenuto