SERVIZIO DI MEDIAZIONE FAMILIARE E DI SOSTEGNO ALLE VITTIME DI VIOLENZA E STALKING

Il Comune di Palmi, in collaborazione con l’Associazione FIlo Rosa, ha attivato il servizio di di mediazione familiare e di sostegno alle vittime di violenza e stalking.

 

L’Associazione Filo Rosa, che da tempo si occupa di tali tematiche, ha siglato un  protocollo con il Tribunale di Palmi nel 2012 con parere favorevole (conservo lettera) del Consiglio Superiore della Magistratura; i suoi soci hanno conseguito uno specifico profilo professionale nelle materie attinenti a tutte le forme di violenza presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri oltre all'abilitazione come Mediatori Familiare presso IrMef di Roma (Prof.ssa Malagoli Togliatti, Ardone, prof. Bianca), ed ha una sua rappresentanza  nell'Osservatorio Regionale della Violenza di Genere Calabria.

La collaborazione, nasce con l’obiettivo di creare collaborazione e rete tra le diverse istituzioni presenti sul territorio (Servizi Sociali, Tribunali, Scuole, Forze dell’Ordine), al fine di sostenere la genitorialità e contrastare ogni forma di violenza.

 

Che cos’è la Mediazione Familiare?

È un percorso di aiuto e di sostegno alle coppie prima, durante e dopo la separazione o il divorzio, al fine di:

- elaborare il lutto della separazione e il trauma subito come conseguenza della violenza;

- tutelare e garantire il benessere dei figli e soprattutto il loro diritto alla bigenitorialità;

- riorganizzare e riequilibrare le relazioni familiari, offrendo uno spazio di incontro neutrale;

- favorire modalità comunicative più funzionali tra le parti, affinché possano giungere autonomamente ad individuare soluzioni costruttive e accordi condivisi nell’interesse dei figli e di se stessi.

 

Il servizio in particolare, intende:

- fornire risposte integrate e complesse al problema della violenza intra ed extra familiare;

- promuovere azioni di prevenzione e contrasto di comportamenti maltrattanti;

- educare alla costruzione della cultura delle pari opportunità;

- accogliere e sostenere le donne vittime di violenza e stalking.

 

Cosa non è?

- Non è un intervento di ricongiungimento coniugale

- Non sostituisce il percorso giudiziario e legale

 

A chi si rivolge?

- Coppie di fatto;

- Coppie sposate;

- Coppie separate o divorziate che intendono modificare gli accordi;

- Vittime di violenza di genere, italiane e straniere, residenti e non

 

Modalità di accesso:

Il Servizio è attivo presso i locali comunali due Giovedì al mese dalle 15.00 alle 18.00.

È possibile anche fissare un appuntamento, facendo riferimento ai seguenti contatti:

Avvocato e mediatore  familiare dott.ssa  Carmen Mazzullo cell:  349.0904568

 

torna all'inizio del contenuto